Depuratori d'acqua a osmosi inversa

Informazioni per bere meglio

Cos'è e a cosa serve?

Ogni giorno il nostro corpo assume liquidi in pratica H2O + sostanze varie per il proprio sostentamento. A cosa servono gli impianti a osmosi inversa, in quali casi ci sono utili. Capire e informarsi meglio è utile per poter scegliere con il proprio cervello senza farsi condizionare troppo dalle campagne pubblicitarie miliardarie secondo le quali la bontà dell'acqua si misura a colpi di spot.

Partiamo dalle basi:

  • Significato della parola Osmosi: diffusione di due liquidi di diversa concentrazione attraverso una particolare membrana
  • Significato della parola Osmotico: Osmotico relativo all’osmosi (vedi osmosi)

Il termine osmosi indica in chimica e in fisica il fenomeno consistente nel movimento di diffusione di due liquidi mescolabili di diversa concentrazione, attraverso un setto poroso o una membrana, semipermeabile o permeabile ai due mezzi.

Ogni soluzione possiede una pressione osmotica che è direttamente proporzionale alla sua molalità (= unità di misura della concentrazione di una specie chimica in una soluzione). Quando sui due lati della membrana si trovano soluzioni a diversa concentrazione, la differenza di pressione osmotica muove le molecole di solvente (= liquido che scioglie un soluto solido, liquido o gassoso, dando luogo ad una soluzione. Il più comune solvente in assoluto è l'acqua), dalla soluzione più diluita verso la soluzione più concentrata, fino a quando le concentrazioni delle due soluzioni diventano identiche.

OSMOSI INVERSA: SIGNIFICATO

Dopo avere compreso cos'è l'osmosi possiamo capire il significato della parola composta osmosi-inversa. L'osmosi inversa è invece il fenomeno che si verifica quando si applica, alla superficie di una membrana semipermeabile che separa due soluzioni di concentrazione diversa, una differenza di pressione contraria alla pressione osmotica e a essa superiore, per cui il flusso del solvente avviene dalla soluzione più concentrata a quella più diluita. L'osmosi inversa è una delle tecnologie usate per rendere potabile l'acqua marina.

Si parla di osmosi elettrica quando l'osmosi è ottenuta artificialmente utilizzando il passaggio di corrente elettrica, che aumenta il flusso di ioni e quindi la pressione osmotica.

A COSA SERVE L'OSMOSI INVERSA

L'osmosi inversa è il processo in cui si forza il passaggio delle molecole di solvente dalla soluzione più concentrata alla soluzione meno concentrata ottenuto applicando alla soluzione più concentrata una pressione maggiore della pressione osmotica. In pratica, l'osmosi inversa viene realizzata come un filtro che cattura il soluto da una parte e permette di ricavare il solvente puro dall'altra.

Tale processo è utilizzato nel trattamento dell'acqua, sia per la desalinizzazione, sia per la rimozione di tracce di fosfati, calcio e metalli pesanti. Va sempre più aumentando, soprattutto nelle grandi città inquinate, la pratica di trattamento dell'acqua che arriva ai rubinetti domestici tramite apparecchiature filtranti basate sul processo dell'osmosi inversa.

Per l'acqua ottenuta tramite qusto tipo di processo la misurazione del ph ottenuta con l'ausilio di un phmetro elettronico non è attendibile inquanto priva di sali che vanno a caratterizzare la durezza carbonatica e di conseguenza il ph. Non ci credi? Vai alla Fonte wikipedia.

Comunque sia l'acqua che passa attraverso il processo di osmosi (attraverso impianti ad uso domestico o professionale) può essere utilizzata nelle nostre case per essere bevuta oppure per usi alimentari, naturalmente per effettuare bagni e docce, nella gastronomia e nei ristoranti sia ad uso alimentare che per la preparazione dei cibi (che risultano migliori), negli uffici.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

RICHIEDI UN PREVENTIVO


osmosi